NOTIZIE ED ALLERTE METEO

Di seguito potete leggere le notizie e le allerte meteo a Ronchi dei Legionari.


Editoriale inverno 2021/22
Data: 15/03/2022

 

Tabella riassuntiva dell'inverno 2021/22  + confronto con l'inverno 2020/21 e la media 1991/2020
 
E' stato un inverno con tante giornate di sole, +21% rispetto alla media mentre è piovuto poco sia in termini assoluti, quasi il 30% in meno i millimetri caduti, sia in termini di giornate di pioggia (=> 1 millimetro): – 20%.  La temperatura è risultata oltre la media sia per le minime che per le massime di circa 1° grazie anche alle tante giornate di sole, alla fine la temperatura media è risultata di 7 decimi superiore al trentennio di riferimento 1991/2020. Come detto è piovuto poco, soprattutto sono mancate le forti o prolungate  precipitazioni, giorno più piovoso però di tutto l'inverno il 5 gennaio con ben 64 millimetri dove in quella giornata è successo un po di tutto...pioggia intensa, graupel e addirittura un forte temporale fuori stagione. Per concludere, da segnalare un altro inverno senza nemmeno una nevicata.
 
 
 
 
Temperature medie invernali dal 1981/82 ad oggi
 
Inverno in linea con le medie dell'ultimo decennio ma ben superiore a quelle degli inverni passati.  Dagli anni '80 i primi 2 decenni sono rimasti ben sotto tra gli 1 e 2 gradi di differenza dalla media degli ultimi 40 anni che è stata di 5.6°. Il primo decennio degli anni 2000 in linea con la media mentre l'ultimo decennio 2011/2020 con 6,2° esattamente la stessa media di quest'ultimo inverno  2021/22.
 
 
 
 
Millimetri di pioggia caduti nel trimestre invernale dal 1980/81 ad oggi
 
Inverno 2021/22 non molto lontano dalla media dell'ultimo trentennio ma quello che spicca più di tutto non è lo scarto del 30% ma la prolungata assenza delle forti e continue piogge nell'arco del periodo; se analizziamo il grafico qui sotto ci sono sono stati inverni ben peggiori di quest'ultimo appena trascorso anche se con i dovuti distingui. Per esempio il periodo tra la fine degli anni '80 ed inizio anni '90 è stato caraterizzato da anomalie davvero pesanti con deficit idrico tra il 100/150%, mentre lo scorso inverno invece si pone in vetta come il più piovoso degli ultimi 40 anni. 
 
 
 
Infine volendo riassumere l'andamento di questa ultima stagione invernale dal punto di vista sinottico nello scacchiere europeo, si evince come la configurazione media sia stata caraterizzata da valori di geopotenziali veramente alti sull'Europa centro-occidentale mentre su quella orientale hanno prevalso anomalie fortemente negative con frequenti ondate di freddo e neve, la mappa qui sotto è davvero eloquente.
 
 
ciao, ciao...




 Postato il 01/10/2015  |  Invia ad un amico  |  Visite: 288131  | 
123