MEN¨ VISTA / RICERCA

Notizie / pagina
Ordina i risultati per
Testo da ricercare

NOTIZIE ED ALLERTE METEO

Di seguito potete leggere le notizie e le allerte meteo a Ronchi dei Legionari.


Osservazioni climatiche...!
Data: 13/05/2019

Freddo Tardivo Maggio 2019: confronto con il passato

Merita un po di attenzione questa prima decade del mese contrassegnata da tempo instabile e valori termici alquanto sottomedia; cito il transito sulla regione del fronte freddo che ci ha interessati nelle giornate dal 3 al 5 con annessa riduzione termica e accumulo complessivo di 28,2mm, altra recrudescenza perturbata nelle giornate dell'8 e 9 con ulteriore accumulo di 31,4mm; eravamo abituati negli ultimi anni a sperimentare già i primi caldi precoci dove il primo "trentello", passatemi questo termine, era già a portata di mano. Quest'anno va diversamente e le proiezioni per il proseguo del mese sono tutt'altro improntate a stabilità atmosferica...! Qui sotto trovate la mappa delle anomalie termiche riferite alla prima decade del mese in Europa dove si può ben notare un vasto canale sottomedia che comprende la parte più settentrionale del vecchio continente sino all'Italia peninsulare; per contro invece Spagna centro occidentale, Russia e Balcani più orientali in sopramedia pronunciato. La nostra regione F.V.G., in particolare la mia stazione di Ronchi dei Legionari, sta sperimentando uno scarto negativo di ben 4°C a confronto del trentennio 1981/2010.

Infine ho voluto suddividere due periodi che vanno dal 1980 al 1999 con i valori minimi assoluti registrati nel mese di maggio attinti dal servizio meteo dell'Aeroporto di Ronchi dei Legionari, mentre a partire dall'anno 2000 sino ad oggi dalla mia stazione meteo amatoriale ubicata in zona semi-urbana. Si può evincere come nei primi anni '80 addirittura si è andati vicinissimi agli 0°C  ma registrati nei primi giorni del mese, in seguito ci sono stati si altri ritorni di freddo come nel 1991 e nel 2012 ma in questi casi a periodo decisamente avanzato.

Le 10 temperature minime registrate in maggio Aeroporto di Ronchi dei Legionari dal 1980 al 1999

Temp.

minima       Data

0,4°C      2 maggio 1982

1,8°C      6 maggio 1981

3,4°C    25 maggio 1991

4,6°C      8 maggio 1987

4,8°C      8 maggio 1989

4,8°C      7 maggio 1994

5,0°C      3 maggio 1985

6,0°C    30 maggio 1990

6,1°C      4 maggio 1995

6,6°C    24 maggio 1980

 

Le 10 temperature minime registrate in maggio Stazione Meteo Amatoriale Ronchi d. L. dal 2000 al 2019

Temp.

minima       Data

3,9°C     17 maggio 2012

4,8°C       7 maggio 2019

5,3°C       6 maggio 2002

5,7°C     15 maggio 2014

5,9°C     24 maggio 2004

7,0°C     31 maggio 2006

7,1°C       7 maggio 2011

7,2°C       3 maggio 2017

7,5°C     21 maggio 2000

7,6°C     10 maggio 2005

Editoriale aprile 2019
Data: 04/05/2019

Tabella riassuntiva di aprile 2019 e confronto con aprile 2018 e la media 1981/2010

 

Dopo due mesi di piogge quasi assenti ed insignificanti, nella prima decade del mese di aprile è sopraggiunto in regione un moderato fronte freddo che ha richiamato correnti molto umide dal Mediterraneo; da ciò ne sono scaturite intense correnti sciroccali che hanno prodotto abbondanti precipitazioni soprattutto in montagna e fascia collinare. Sulla costa invece le piogge sono state più moderate con accumuli varianti tra i 20 e 30mm e clima molto umido con leggere foschie specie di sera/notte. I valori termici si sono mantenuti quasi in linea con le medie di riferimento trentennale o appena sopra; nei giorni seguenti un’ampia depressione sui Balcani continuava a mantenere anche sulla nostra regione condizioni meteo alquanto instabili con cieli spesso coperti e piogge deboli o al più moderate. Dalla seconda metà del mese sino al 21 (giorno di Pasquetta) si è avuto un periodo tranquillo con belle giornate di sole e valori termici in progressivo rialzo con un picco massimo di 26,1°C raggiunto il giorno 20; si diceva di giornate gradevoli e ventilate per il costante afflusso di correnti orientali secche nei bassi strati a mantenere i tassi di h.r. piuttosto bassi. Passiamo in terza ed ultima decade dove il tempo è stato più dinamico e si sono avute precipitazioni piuttosto generose; due fronti ben organizzati hanno interessato la regione nelle giornate del 23/24 e del 28/29. Quest’ultimo episodio è stato accompagnato da una drastica riduzione termica tanto da far scendere la neve sin sui 600/700m; pure attività elettrica nel primo pomeriggio di domenica 28 e scrosci di pioggia incessante a ricordare che in passato non erano poi così rari questi tardivi ritorni di maltempo. Dalla tabella qui sotto si evince come siano prevalse le giornate coperte o nuvolose a cospetto dell'anno scorso; nonostante il valore medio di temperatura abbia registrato un +1,5°C rispetto alla media trentennale, si sono avute solamente 12 giornate appena sopra i 20°C e con il picco massimo di 26,1°C raggiunto il giorno 20. Ben più caldo fu l'aprile 2018 con uno scarto positivo di ben 4,2°C. Finalmente un mese con un andamento pluviometrico in linea con la norma e addirittura concluso con un leggero surplus idrico.

 

 

Andamento temperature medie giornaliere (barre gialloverdi) di aprile 2019

Temperature minime (linea blu) e massime (linea rossa), tratteggio marroncino: media 1981/2010

 

Dal grafico si può notare come i valori massimi siano stati piuttosto contenuti causa le numerose giornate coperte o nuvolose; debole escursione termica tra il giorno e la notte come ovvia conseguenza. Se per quasi l'intero mese i valori termici hanno oscillato leggermente sopramedia, non si può non notare l'episodio di stampo quasi invernale di fine periodo coinciso con una drastica riduzione termica e precipitazioni. Registrata una sola giornata con valore superiore ai 25°C.

 

 

       Andamento giornaliero delle piogge di aprile 2019 (barre bianche)

       confronto la media trentennale 1981/2010 (sfondo giallo)

       linea blu: andamento progressivo delle piogge in questo aprile 2019

 

Come accennavo nella mia intro, il mese di aprile ha finalmente distribuito omogeneamente le sue precipitazioni risultando addirittura alla fine in leggero surplus idrico:

  1.  media 1981/2010 (area in giallo):   89,0 mm 
  2.           aprile 2019 (linea blu):        101,6  mm
  3.                     differenza:                  +12,6 mm  in questo aprile 2019

 

 

ciao, ciao...

Cronaca meteo e non...!
Data: 21/04/2019

Campo fiorito davanti alla famosa villa Hinke

Chi a Ronchi dei Legionari non conosce la celeberrima villa Hinke?!? Beh da diversi anni anzi troppi è abbandonata e per ora non si riesce a trovare un compratore che abbia il coraggio e le disponibilità finanziarie di ristrutturarla, almeno per quanto si può. Giusto un cenno storico per raccontare che durante la seconda guerra mondiale, il 15 settembre 1943 cinque militari italiani scendendo dalle pendici del Carso cercarono rifugio presso la villa Hinke ignari che fosse di proprietà di una famiglia tedesca/austriaca - la villa fu acquistata nel 1901 dall’Ammiraglio della Marina Militare Austriaca Johann Evangelist von Hinke - abitata dalla nuora dell’Ammiraglio, signora Bertha Hofhansel vedova Hinke, la quale dopo averli cacciati chiamò il comando tedesco di Monfalcone chiedendo un intervento per rastrellare la zona. I soldati italiani tentarono la fuga attraverso i campi di granoturco, fino al canale d’irrigazione De Dottori ma furono intercettati da una pattuglia tedesca. Quattro di loro rimasero uccisi, si salvò solamente uno, certo Achille Bernardi di Montone (Perugia). Qui sotto il campo fiorito che fa da ingresso alla villa avvolta  oramai dalla vegetazione.

 

ciao, ciao...

Osservazioni climatiche...!
Data: 18/04/2019

Anomalie termiche in Europa nella prima metà del mese di aprile 2019

Come si evince dalla mappa riportata qui sotto si può notare una resistente "sacca", consentitemi questo termine, di valori termici ancora sopramedia anche se non eclatanti come in precedenza solo sul nordest Italico ed i Balcani; per il resto valori in linea con il periodo di riferimento (1981/2010) ma addirittura in sottomedia moderato sulla Scandinavia centro occidentale e Russia, con la sola Finlandia però a sperimentare una situazione di caldo anomalo fuori stagione. La tendenza per il proseguo mensile, per quanto concerne la nostra regione Friuli Venezia Giulia, propone una lieve ulteriore impennata del valore medio con precipitazioni che, stante alle ultime emissioni modellistiche, dovrebbero intervenire subito dopo le festività Pasquali, staremo a vedere...!

ciao, ciao...

Editoriale marzo 2019
Data: 08/04/2019

Tabella riassuntiva di marzo 2019 e confronto con marzo 2018 e la media 1981/2010

 

Con il primo di marzo, come vuole la convenzione mondiale di meteorologia, si è entrati ufficialmente nella stagione primaverile dove terminerà il 31 di maggio, quella astronomica invece è iniziata quest’anno il 20 marzo e precisamente alle h. 22:58 in coincidenza con il relativo equinozio. Dopo questa doverosa introduzione il tempo della prima metà del mese è trascorso senza particolari sussulti proseguendo il trend alquanto mite e stabile iniziato a febbraio; si sono avuti soltanto due passaggi nuvolosi con annesse deboli precipitazioni, il primo nella giornata del 4 mentre il secondo dell’11 marzo ha prodotto pure un temporale con violenti scrosci di pioggia misti a graupel; si è avuto un notevole rinforzo del vento dai quadranti settentrionali condito da una sensibile riduzione termica, specie nelle nottate successive. Infatti la mattina seguente si è avuta una minima di soli 0,3°C ma volori sottozero invece si sono registrati in periferia del comprensorio Monfalconese. A seguire giornate stabili e soleggiate con valori temici in linea con le medie di riferimento. Nella seconda metà del mese sono transitati due veloci fronti freddi nordAtlantici, il primo nella giornata del 18 con un accumulo di 8,8mm e neve a partire dai 600/700mt in su, mentre il secondo ha prodotto moderate precipitazioni con annesso temporale e rinforzo dei venti settentrionali con il ritorno della bora; fine periodo con belle giornate un po frizzanti di notte ma davvero miti in pieno giorno. Mese che chiude comunque sopramedia con un valore di 2,6°C superiore al trentennio 1981/2010; per quanto riguarda le precipitazioni è piovuto quasi 1/3 in meno di quello che dovrebbe piovere in media. Dalla tabella qui sotto si può notare come siano aumentate le giornate soleggiate a confronto di marzo dello scorso anno; addirittura 19 contro le sole 6 giornate prevalentemente coperte. Il valore medio delle massime risulta di 5°C superiore a quello dello scorso anno con 17°C, nessuna nottata sottozero contro le 5 di media di riferimento trentennale. Guardate come è piovuto nel marzo del 2018 con un valore di 143mm a cospetto dei soli 28,6mm di quest'anno. Di conseguenza balza nell'occhio le sole 4 giornate di pioggia contro le 17.

 

 

Andamento temperature medie giornaliere (barre gialloverdi) di marzo 2019

 Temperature minime (linea blu) e massime (linea rossa), linea gialla: media 1981/2010

Mese che chiude costantemente sopramedia dove solo le giornate del 13/14 marzo risultano essere leggermente sotto; spiccano le giornate del 23 e 24 dove si sono raggiunti rispettivamente 24°C e 23°C con uno scarto positivo di ben 7/8°C oltre la media di riferimento. Estremi mensili il giorno 12 con appena 0,3°C ed il giorno 23 con ben 24°C di valore massimo.

 

 

      Andamento giornaliero delle piogge di marzo 2019 (barre bianche) 

           confronto con la media trentennale 1981/2010 (sfondo giallo)       

     linea blu: andamento progressivo delle piogge in questo marzo 2019

 

Il grafico qui sotto non ha bisogno di commenti se non per rimarcare l'assoluta mancanza di piogge significative che si protrae oramai da diverso tempo...! Davvero pochi gli episodi piovosi registrati nel mese scorso e con accumuli irrisori. Vediamo nel proseguo primaverile come andrà a finire confidando anche nei temporali che con l'avanzare della stagione, sicuramente prometteranno di recuperare questo deficit pluviometrico.

media 1981/2010 (area in giallo):   69,4 mm

                marzo 2019 (linea blu):    28,6 mm

                                    differenza:  - 40,8 mm in questo marzo 2019

 

ciao, ciao...

     Pagina di  20    




 Postato il 01/10/2015  |  Invia ad un amico  |  Visite: 39823  | 
123